06 maggio, 2014

La gestione con le luci accese - di G.Gariboldi

«Come gestire gli scostamenti temporali ed economici  di un progetto con l’E.V.M.S. (EARNED VALUE MANAGEMENT SYSTEMS) »

Quale Project Manager, realmente interessato a conoscere lo stato del proprio progetto, non è interessato ad avere uno strumento capace di rappresentarlo adeguatamente?
Quale Manager, realmente interessato a garantire gli obiettivi importanti della propria Organizzazione, non è interessato ad avere una base sulla quale poter prendere decisioni su come procedere?
La risposta ad entrambe le precedenti domande è (...o dovrebbe essere) certamente: nessuno!
Lo strumento che soddisfa efficacemente le suddette necessità è l'Earned Value Management Systems.



La tecnica, che presuppone l'esistenza di una buona pianificazione a monte e la capacità di raccolta dei dati effettivi del progetto, consiste nel fissare la baseline del progetto e confrontare, in qualunque istante intermedio, il valore delle opere realmente realizzate (valore maturato) con quello atteso (valore pianificato) e con il costo realmente impegnato (valore speso che non è assolutamente l’esborso). Con semplici metriche e grafici siamo in grado di valutare la "salute" del nostro progetto in termini di tempi e costi, e con opportune valutazioni siamo in condizione di effettuare nuove stime più precise per quanto riguarda i tempi e i costi a finire.L'articolo che segue illustra in dettaglio le caratteristiche di tale tecnica che, nell'ambito del controllo dei progetti, rappresenta un elemento tecnico essenziale per la gestione professionale dei progetti.L’articolo nasce dalla stretta collaborazione tra persone impegnate nella divulgazione delle metodologie e della cultura del Project & Portfolio Management raccogliendo le testimonianze provenienti da alcuni settori di mercato ma soprattutto dal mondo industriale 

Al di là di sterili definizioni teoriche  , prima di iniziare a parlare dell’EVMS, è utile ricordare le qualità che un buon manager deve possedere per poter applicare con successo tale tecnica. Un buon  Project Manager  «deve» :

  • VEDERE   i potenziali fuori budget di costi e gli slittamenti temporali,
  • CAPIRE  se ci sono rischi
  • PARLARE    delle probabilità di fallimento, prima che realmente si verifichino o che ci si trovi inspiegabilmente fuori budget o fuori tempo. 
  • ASCOLTARE tutti i componenti del team di progetto
  • AVERE CARISMA per attuare al meglio quanto sopra descritto.


LA METODOLOGIA DELL’E.V.M.S.

L’Earned Value Management System (EVMS) è una metodologia nata negli Stati Uniti negli anni ’60 in ambito militare (US Department of Defense) che definisce i requisiti necessari per una gestione integrata dell’ambito, dei tempi e dei costi per i progetti e programmi.
Lo scopo iniziale della metodologia era di fornire agli stakeholder uno strumento utile a determinare la adeguata organizzazione dei progetti di elevato livello di complessità e la relativa  visibilità in merito alla pianificazione, all’avanzamento e alle performance tecniche, di costo e di tempo dei contratti.
L’adozione di questa metodologia si è estesa nel tempo anche al di fuori del contesto militare ed è stata in seguito codificata in uno Standard, ANSI/EIA–748-A-1998, che identifica 32 criteri fondamentali per la definizione di un sistema di pianificazione e controllo coerente con i principi dell’EVMS. 


Vista la importanza dell’argomento ANIMP assieme ad IPMA ITALY ha organizzato un corso di due giornate per la metà maggio per mostrare a color che sono interessati a meglio comprendere le metodologie e le esperienze di E.V.M.S. avvalendosi inoltre di importanti testimonianze.
Per maggiori informazioni vi invitiamo a visitare il sito IPMA.

Nessun commento:

Posta un commento