30 ottobre, 2017

BTO: Project Management & Digital Transformation - articolo di Tommaso Spano



Il nuovo anno di attività e incontri di IPMA Young Crew è ripartito alla grande!
Durante il nostro primo Cocktail Event dell’anno abbiamo avuto degli ospiti davvero speciali: i ragazzi di BTO Research. Speciali perché quella di BTO (Business Technology Outlook Research Program) è una realtà giovanissima, con età media pari a soli 28 anni!
L’Azienda è presente in 9 Paesi e, attraverso i suoi servizi (che coprono le tre macro-aree di Ricerca, Eventi e Consulenza), riveste il ruolo nevralgico di posizionarsi tra università ed imprese e metterle in comunicazione tra loro.
L’argomento della serata era molto atteso e di estrema attualità: che cos’è la Digital Transformation? Cosa comporta questo cambiamento all’interno dei processi e dei modelli organizzativi?
A presentarci con energia e competenza una panoramica nel merito di tali argomenti è stato Fabrizio Manzo (PMO Coordinator BTO).
Per cominciare è utile identificare quelli che sono i 6 pilastri della DT:
  1. Automazione
  2. Informatizzazione
  3. Dematerializzazione
  4. Virtualizzazione
  5. Cloud Computing
  6. Mobile
Queste nuove possibilità tecnologiche hanno poi immediate conseguenze sui modelli di business, sui processi, sull’erogazione dei servizi e sulle persone. Basti pensare alle diverse modalità di raggiungere il mercato e di approcciare i clienti, i metodi di pagamento, fino ad arrivare ai Big Data e quindi alla immensa capacità di raccogliere (ma soprattutto elaborare) informazioni utili per il business.
In quest’ottica Digital è chiaro che gli approcci tradizionali non sono più coerenti con le trasformazioni in atto e la grande competitività: per essere pronti ed aggredire per primi il mercato, bisogna operare in un’ottica Agile.
Agile significa avere un approccio di sviluppo “circolare” e si contrappone all’approccio Waterfall “sequenziale”. Il lancio (per esempio di un applicativo software) diventa così immediato, mentre il miglioramento è continuativo, rispondendo ed adattandosi in progress a quelli che sono i feedback del cliente.
Sarà quindi anche responsabilità del Project Manager quella di prevedere, all’interno del progetto, dei momenti di revisione in ottica Agile e di rendere Lean (snelli) i processi di implementazione, così da aumentare efficacia ed efficienza in un contesto competitivo e rapido come quello presentato.
La nuova figura competente in questo scenario di Digital Transformation assume l’inedita connotazione di “Digital Project Manager” la quale, oltre ai tradizionali strumenti di PM, deve essere in grado di padroneggiare conoscenze di Social Media Marketing, SEO (Search Engine Optimization), Analytics, Big Data e dei sopra citati approcci Lean e Agile.

Date le grandi sfide poste dalla rivoluzione digitale e più in generale da un contesto lavorativo in continua evoluzione, risulta quindi necessario rimanere sempre aggiornati e pronti ad agire da protagonisti. Grazie agli eventi organizzati da IPMA Young Crew è possibile ascoltare direttamente dalla voce dei professionisti quelli che sono gli approcci adottati per rispondere a queste sfide.
Ringraziamo ancora BTO per la meravigliosa serata piena di preziosi spunti e vi invitiamo a seguirci sul blog e sui nostri canali social per non perdervi i nostri eventi ed iniziative!

Tommaso Spano

Nessun commento:

Posta un commento